Pirata in tasca: il futuro dei media rubati?

[ware_item id=33][/ware_item]

Il futuro della pirateria online: Meerkat e Periscope


I costi dei cavi sono in aumento e il prezzo di una notte al cinema - una volta che prendi in considerazione benzina, popcorn, bevande e biglietti - è spesso più di una cena di lusso. Non c'è da stupirsi, quindi, che sempre più americani si rivolgono ai servizi di streaming TV e film per ottenere ciò che vogliono, quando vogliono. E mentre Motley Fool nota che i servizi di streaming over-the-top di fascia alta sono in aumento, anche la pirateria dei media è alle stelle. Ora, la popolare rete HBO ha messo gli occhi su quello che alcuni chiamano il "futuro della pirateria online": il tuo smartphone.

Il tuo o il loro?

Ecco come funziona. Le app di streaming live come Meerket e il Periscope di proprietà di Twitter consentono agli utenti di registrare ciò che vogliono utilizzando la videocamera sul proprio smartphone o tablet. Al momento, Periscope è disponibile solo per gli utenti di iDevice, mentre Meerkat è passato ad Android. Chiunque scarichi una di queste app in live streaming può guardare qualunque cosa gli altri utenti stiano trasmettendo: questo potrebbe essere qualsiasi cosa, da un ciclo infinito di video di gatti a film con il calcio di avvio o spettacoli televisivi di prima visione. La grande differenza? Periscope mantiene streaming live per 24 ore dopo essere stato trasmesso in modo che più utenti possano guardare.

Questo risparmio di flusso, tuttavia, ha tutti gli HBO distorti. Perché? Perché durante l'episodio di Game of Thrones del 12 aprile, centinaia di utenti hanno guardato lo spettacolo su Periscope - e centinaia di stream sono stati salvati. Secondo il Washington Post, HBO ha inviato una serie di avvisi di rimozione a Periscope, chiedendo che rimuovessero il contenuto offensivo. La rete ha descritto Periscoping come una "violazione di massa del copyright", anche se il numero di utenti che guardano streaming live non si è avvicinato al totale di coloro che commettono la versione più familiare della pirateria dei media online, scaricando interi spettacoli e film da siti Web basati su torrent. Quindi, perché questi servizi di streaming live hanno fornitori di servizi multimediali tradizionali che hanno paura?

Pirateria precedente

La loro prima paura è incentrata sul contenuto. Ai sensi del Digital Millennium Copyright Act, piattaforme come Periscope e Meerkat non sono responsabili di alcun elemento pubblicato o trasmesso in streaming dagli utenti. Tuttavia, sono obbligati a rimuovere questi contenuti su richiesta dai titolari dei diritti. Ma cosa succede quando togli il contenuto dall'equazione, quando i flussi vengono salvati temporaneamente o per niente?

Questo porta alla loro seconda paura: l'accessibilità. Mentre il numero di utenti che guardano i canali Periscope è una frazione di coloro che scaricano file di film completi, l'utente "medio" non si troverà su un sito torrent e pagherà felicemente per via cavo se ciò significa che possono vedere i loro programmi preferiti ogni settimana . Lo smartphone in tasca, tuttavia, offre un'alternativa: controlla lo streaming live di qualcuno di un film che volevi davvero vedere o di un episodio che ti sei perso. Perché non guardare un live streaming durante il tuo tragitto giornaliero o quando sei in vacanza invece di registrare lo spettacolo per una visione successiva? In poche parole, i contenuti su richiesta sono cattive notizie per i fornitori tradizionali.

Cracking Down

Quindi cosa faranno al riguardo? HBO ha iniziato la festa con i suoi avvisi di rimozione, ma non si fermerà qui. Man mano che il contenuto scompare da siti e app, i produttori troveranno un nuovo target: gli utenti. Questo sta già accadendo in luoghi come l'Australia, dove il Dallas Buyers Club (DBC), ha combattuto e gli è stata concessa l'autorizzazione per ottenere l'indirizzo IP e i dati personali degli utenti che hanno ospitato il loro film per il download su siti torrent al fine di inviare lettere di avvertimento.

La risposta? Hai alcune scelte. Esistono app come Popcorn Time, un client BitTorrent open source descritto come "Netflix of Pirating". Per molti utenti, tuttavia, il loro obiettivo non è quello di piratare, ma a volte guardare streaming dal vivo che trovano interessanti - e se si tratta di spettacoli di prima visione o di nuovi film, così sia. Qui, un servizio VPN autonomo ottiene più trazione; dato che i produttori di media puntano su smartphone e tablet come il futuro della pirateria, vale la pena sembrare un mercante piuttosto che aumentare il Jolly Roger.

Immagine di presentazione: Linnaea Mallette / Public Domain Pictures.net

Pirata in tasca: il futuro dei media rubati?
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.