Malato e stanco: malware Ebola che fa il giro

[ware_item id=33][/ware_item]

Malato e stanco: malware Ebola che fa il giro


Quali sono le tue possibilità di contrarre l'Ebola, la terribile febbre emorragica che si diffonde in Africa occidentale? Nonostante la recente copertura mediatica, la risposta è estremamente bassa poiché il virus non è disperso nell'aria. Come sottolinea un recente articolo di Vox, è molto più probabile che tu sia vittima di un "ribaltamento", che è ciò che accade quando mobili pesanti o elettrodomestici cadono e ti uccidono - 30 persone all'anno muoiono negli Stati Uniti questa "minaccia".

La percezione pubblica, nel frattempo, sostiene che l'Ebola sta arrivando, e arriverà presto. Quindi non sorprende che un gruppo di hacker stia sfruttando il panico dell'Ebola per diffondere nuovo malware: è vero, l'umanità è cattiva come hai sempre immaginato. Ecco cosa fare attenzione.

CHI?

Secondo The Verge, i truffatori stanno usando diverse fonti dall'aspetto legittimo nel tentativo di farti aprire e-mail cariche di malware. I più preoccupanti presumibilmente vengono per gentile concessione dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e dichiarano di essere "consigli di sicurezza" per combattere la diffusione dell'ebola. Queste e-mail probabilmente contengono una variante del DarkComet Remote Access Trojan (RAT), che consente agli aggressori di accedere a file, webcam, password e qualsiasi altra cosa sul tuo computer. Inoltre, può nascondersi dalla maggior parte dei programmi antivirus.

Altre e-mail provengono dal "governo messicano". Apparentemente, i funzionari messicani sono così preoccupati per i pazienti Ebola nel vicino Texas che stanno spammando gli utenti americani con e-mail su come "curare" la malattia. Questi includono istruzioni dettagliate su come abilitare la funzione Macro di Microsoft Word, che viene quindi utilizzata per scaricare un allegato malware. Non contenti di hackerare il tuo computer, questi aggressori ti stanno facendo fare un po 'di lavoro.

Interessante è anche il modo in cui molte righe dell'oggetto e-mail catturano le paure attuali dell'Ebola. Per esempio:

  • Quello che devi veramente sapere sull'epidemia di Ebola
  • SHOCKING Health Alert: cura segreta per l'Ebola?
  • Avviso CDC: 1,4 milioni di vittime EBOLA entro gennaio?
  • Primi alimenti OGM, ora Ebola. Ciò che Obama non vuole che tu sappia

Fortunatamente, la società di sicurezza Trustwave afferma che questa campagna di malware ha un volume piuttosto basso, ma ciò non cambia i fatti: gli utenti sono stanchi di essere truffati.

Perpetualmente terribile

E indovina cosa? Non è la prima volta che gli aggressori hanno usato la tragedia e la malattia per rubare password e altri dati personali. A marzo, i truffatori hanno fatto leva sull'interesse pubblico per la scomparsa del volo MH370 della Malaysia Airlines, creando falsi post su Facebook che sostenevano che l'aereo fosse stato recuperato alle Bermuda. Quando gli utenti hanno fatto clic su un video che pretendeva di mostrare il drammatico salvataggio, sono stati reindirizzati in primo luogo "come" la pagina degli hacker e quindi scaricare un visualizzatore di video che era - hai indovinato - malware.

Nel 2009, gli aggressori hanno creato una campagna di posta elettronica incentrata sull'epidemia di H1N1. Gli utenti hanno ricevuto la notifica di essere stati scelti per un programma governativo sui vaccini e sono stati quindi indirizzati a un sito Web CDC dall'aspetto legittimo in cui hanno inserito volentieri ogni tipo di informazione personale. E nel 2005, il panico dell'influenza aviaria ha portato a un attacco di malware usando documenti di Word che presumibilmente contenevano informazioni critiche sull'epidemia. Una volta aperto, il documento installava il Trojan Ranky-FY, che consentiva agli attori malintenzionati di controllare qualsiasi computer infetto.

Bloccalo

Con i truffatori sempre alla ricerca del prossimo grande panico, come stai al sicuro? Prima di tutto, fatti un favore e inizia a eseguire una VPN sicura ogni volta che ti connetti. Certo, non ti proteggerà dal fare clic su qualcosa di ridicolo ma ostacola gravemente gli attaccanti che cercano di spiare ciò che fai online e quindi creare un attacco di phishing basato sul comportamento. Forse vivi in ​​Texas; forse sei preoccupato per l'Ebola e vuoi saperne di più, ma non darlo a utenti malintenzionati: blocca la tua connessione e crittografa i tuoi dati.

Inoltre, non aprire nulla che contenga le parole "SHOCKING", "ALERT" o per buona misura "OBAMA" nella riga dell'oggetto. Se sei curioso di sapere cosa contiene l'e-mail, esegui una rapida ricerca: visualizzerai informazioni utili o verrai avvisato perché si tratta di una truffa.

Vuoi stare al sicuro? Proteggi la tua connessione, non prendere esche scammer - e forse stai lontano da televisori di grandi dimensioni, precariamente bilanciati.

Malato e stanco: malware Ebola che fa il giro
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.