Kaspersky: Mac troppo maturo per minacce malware

[ware_item id=33][/ware_item]

Kaspersky: Mac troppo maturo per minacce malware


La società di sicurezza Kaspersky ha recentemente pubblicato il suo Bollettino sulla sicurezza per il 2014, descrivendo in dettaglio le statistiche critiche sulla sicurezza informatica raccolte nell'ultimo anno. Tra i loro risultati? Che i computer Apple Macintosh stanno rapidamente diventando meno sicuri.

Nel 2014, l'utente medio di Mac ha riscontrato nove minacce informatiche: non sembra molto fino a quando non si considera che la società ha rilevato 200 pezzi di malware Mac in più rispetto al 2013 e bloccato oltre 3,5 milioni di tentativi di infezione su dispositivi Mac OS. Queste mele hanno finalmente superato il loro apice?

Fino alla nausea

Secondo The Telegraph, quasi la metà delle 20 principali minacce ai Mac è arrivata sotto forma di AdWare, che può aggiungere collegamenti ai segnalibri del browser, modificare i motori di ricerca predefiniti e forzare i dispositivi a visualizzare la pubblicità contestuale. Nel complesso, AdWare è innocuo, ma è comunque malware e apre le porte a minacce meno favorevoli. Tra i più interessanti: un programma malware che ha catturato schermate ogni minuto, uno progettato per rubare bitcoin, una backdoor che offre accesso remoto al sistema e accesso agli elenchi di contatti e un pezzo di malware progettato per infettare anche tutti i dispositivi iOS collegati.

David Emm di Kaspersky Lab afferma che "il mito di Mac OS X è invulnerabile non è più vero, e poiché i cyber criminali continuano ad evolvere i loro metodi di attacco, gli utenti dovrebbero anche evolversi adottando le misure necessarie per rafforzare la sicurezza sui propri dispositivi Mac". In altre parole, il lustro è fuori dalla Apple e mentre le prime incursioni dei criminali informatici nel panorama dei Mac sono principalmente focalizzate sulla pubblicità, non ci vorrà molto prima che attacchi più sofisticati violino il perimetro di OS X.

Sei stato indolente

Considera un recente esempio di violazione della sicurezza di Apple per scopi più ... esilaranti. Come notato da Consumer Affairs, gli utenti Apple nell'area di San Fransicso sono stati vittime di un attacco "AirSloth": le immagini di un bradipo che indossava una tuta spaziale venivano spinte sui loro dispositivi tramite la funzione AirDrop, che fornisce un modo semplice per scambiare file tra Dispositivi Mac e iOS situati nelle immediate vicinanze fisiche.

Josh Lowensohn del Verge alla fine si è preso il merito dell'attacco, dicendo che mentre saliva sul treno per lavorare e giocare con il suo dispositivo Apple, ha notato che molti suoi compagni passeggeri avevano attivato una funzionalità in AirDrop che permetteva loro di ricevere file da chiunque. L'impostazione era probabilmente una svista da parte degli utenti che accendevano AirDrop ma non ne configuravano i permessi, e consentiva a Lowensohn di accoltellarli.

È una barzelletta divertente e una piccola foto divertente e gli utenti possono comunque rifiutare il file anche se AirDrop è completamente aperto. Ma c'è un punto serio che vale la pena chiarire: e se Lowensohn avesse inviato immagini che non erano classificate come G o se nella sua esilarante immagine di bradipo fosse stata sepolta una linea di codice maligno? Indica anche un altro modo semplice per hackerare Mac e iDevices: configurare un hotspot wireless e cambiare il nome del dispositivo. Nel coffeeshop? Dagli un nome popolare. In un campus universitario? Chiamalo come l'istituzione o l'edificio più vicino. Una volta che gli utenti si connettono alla tua rete, hai accesso a tutto.

Attacchi come servizio

Finora, sembra che la maggior parte dei problemi Mac provenga dagli utenti: se scaricano AdWare o lasciano AirDrop acceso, hanno solo se stessi da incolpare, giusto?

Secondo Tech News World, tuttavia, il 2015 vedrà la diffusione di "attacchi come servizio", dove gli aspiranti hacker si dirigono verso un sito Web, scelgono cosa vogliono rubare e come, quindi pagano una tassa e ricevono un all-in -un pacchetto software. Un sondaggio condotto dalla società di sicurezza SentinelOne ha rilevato che gli attacchi su OS X hanno iniziato a crescere e prevede che le mele saranno sempre più colpite da questi attacchi perché sempre più aziende utilizzano Mac e dispositivi iOS per archiviare dati critici, rendendoli obiettivi preziosi. Inoltre, la reputazione di Apple come sistema operativo "sicuro" ha portato alla mancanza di misure di sicurezza dedicate: affermare che la porta è bloccata funziona solo fino a quando nessuno cerca di buttarla giù.

Linea di fondo? I Mac sono minacciati man mano che lo spettro del malware Apple cresce. Sia gli utenti che l'azienda hanno tagliato il proprio lavoro se vogliono rimanere al sicuro nel 2015.

Kaspersky: Mac troppo maturo per minacce malware
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.