Sei preoccupato che i tuoi dispositivi vengano confiscati al confine? Ecco cosa puoi fare

[ware_item id=33][/ware_item]

Telefono cellulare con un'icona sbloccata e bloccata su entrambi i lati di una linea gialla sul pavimento.


Vi sono prove crescenti che suggeriscono che gli agenti di sicurezza delle frontiere stanno compiendo passi maggiori per intromettersi nella nostra vita quotidiana. Proprio l'anno scorso, gli agenti doganali negli Stati Uniti hanno condotto oltre 33.000 ricerche di dispositivi senza garanzia: quadruplicano il numero di soli tre anni fa.

Una recente testimonianza in una causa guidata dalla Electronic Frontier Foundation e dalla American Civil Liberties Union ha rivelato che gli agenti "stanno affermando un'autorità quasi libera di cercare e sequestrare i dispositivi dei viaggiatori alla frontiera". Le informazioni dalle quali possono essere archiviate fino a un sopracciglio 75 anni.

Ancora più allarmante è che i funzionari di frontiera possono anche cercare dispositivi elettronici per trovare informazioni su chiunque tu sia collegato, ad esempio famiglia o amici, e qualsiasi fonte che un giornalista o studioso possa avere. Qualsiasi persona nella tua lista dei contatti è un gioco leale. E questa palese invasione della privacy non si limita agli Stati Uniti.

I gruppi di difesa stanno combattendo per fermare le ricerche e i sequestri di dispositivi non garantiti, ma ci sono diverse cose che puoi fare per impedire alla sicurezza delle frontiere di accedere alle informazioni sensibili sui tuoi dispositivi.

1. Viaggia senza i tuoi dispositivi

Il modo più semplice e sicuro per evitare una ricerca di frontiera è semplicemente non portare i tuoi dispositivi con te. Ma, anche se potrebbe essere bello fare una pausa dai tuoi dispositivi, probabilmente sarebbe un incredibile inconveniente per coloro che fanno affidamento sui dispositivi rimanere in contatto con il resto del mondo.

2. Ottieni un telefono masterizzatore con solo i dati necessari

Un telefono o un computer masterizzatore utilizzato solo per viaggiare è un altro modo per ridurre la quantità di informazioni sensibili che porti. Idealmente, i tuoi dispositivi hanno solo ciò di cui hai bisogno per i tuoi viaggi e non molto di più.

Quando configuri i tuoi dispositivi di masterizzazione, assicurati che non vi siano account di posta elettronica, app di social media o foto personali. In questo modo, se il tuo dispositivo viene confiscato e prelevato, non c'è molto da vedere.

3. Archivia le informazioni sensibili sul cloud ed elimina temporaneamente le app sul telefono

La buona notizia è che negli Stati Uniti gli agenti di pattuglia di frontiera non possono consultare i dati dei viaggiatori se vengono archiviati online.

Quindi, per coloro che non possono (o non vogliono) acquistare più dispositivi, un modo semplice per evitare il data mining al confine è archiviare le informazioni nel cloud ed eliminare tutto sul dispositivo. Fai attenzione però: se lasci qualcosa dietro i dati è comunque un gioco leale.

I social media e gli account e-mail sono particolarmente facili da rimuovere perché è sufficiente accedere nuovamente dopo aver reinstallato l'app.

Se l'archiviazione dei dati sul cloud non è un'opzione, puoi comunque rivendicare la negabilità plausibile dei dati sul tuo dispositivo aggiungendo volumi nascosti o sistemi operativi nascosti, che, se impostati correttamente, nasconderanno i tuoi dati anche da analisi forensi avanzate.

4. Disabilita la sicurezza dei dati biometrici e crittografa i tuoi dispositivi

Negli Stati Uniti, gli agenti di frontiera possono costringerti a utilizzare la tua sicurezza biometrica per sbloccare i dispositivi per l'esame. Assicurati di disabilitarlo e usa invece password e crittografia lunghe.

Inoltre, è necessario assicurarsi che i dispositivi siano crittografati su disco. Se il tuo dispositivo Android esegue 6.0 o versioni successive, è crittografato per impostazione predefinita, ma puoi controllare in Impostazioni > Sicurezza. Gli utenti Apple possono riposare facilmente poiché tutti i dispositivi iOS sono crittografati per impostazione predefinita. I laptop MacOS possono essere crittografati con FileVault e BitLocker su macchine Windows 10.

Fai attenzione al fatto che gli agenti di frontiera possono ancora impadronirsi dei tuoi dispositivi per provare a provarci e, se sei un visitatore degli Stati Uniti, puoi persino rifiutare l'ingresso se non rispetti le richieste di ricerca.

5. Segnalare eventuali violazioni

Sebbene esistano soluzioni temporanee per l'esame ingiustificato dei nostri dispositivi, non vi è alcun sostituto per un'inversione completa di questa intrusione nella nostra privacy personale.

Segnala qualsiasi comportamento inappropriato a organizzazioni come ACLU o EFF, che stanno lottando per respingere le violazioni dei tuoi diritti.

L'ACLU e il FEP hanno citato in giudizio il governo federale per ricerche ingiustificate nel 2017 e stanno facendo progressi nel loro caso. La segnalazione di abusi è fondamentale per aiutare queste organizzazioni a presentare un ricorso contro dogane e immigrazione.

Il modo migliore per evitare il sequestro dei dati alla frontiera

Purtroppo, queste soluzioni non sono perfette. Le ricerche senza garanzia continuano a verificarsi a un ritmo crescente e non c'è molto che puoi fare per impedire agli agenti di frontiera di cercare i tuoi dispositivi ogni volta che lo desiderano.

La cosa migliore che puoi fare è prendere il minor numero possibile di dati sensibili quando attraversi un confine e segnalare qualsiasi violazione della privacy a organizzazioni come ACLU, OpenMedia e EFF.

Sei preoccupato che i tuoi dispositivi vengano confiscati al confine? Ecco cosa puoi fare
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.