Rapporto: le app Stalkerware non sono ritenute responsabili per la violazione dei diritti sulla privacy

[ware_item id=33][/ware_item]

Uno schermo dello smartphone con un occhio aperto su uno sfondo rosso.


Lo stalkerware - applicazioni spyware installate su dispositivi per sorvegliare bambini, dipendenti e partner - è diventato lo strumento più recente utilizzato dagli utenti per esercitare potere e controllo su persone target.

Numerose segnalazioni hanno precedentemente esplorato in modo approfondito la portata e la pervasività dello spyware e l'abuso che queste app hanno facilitato dalla loro nascita oltre due decenni fa.

Ora, per la prima volta, il CitizenLab dell'Università di Toronto ha pubblicato un enorme rapporto interdisciplinare che evidenzia la mancanza di responsabilità da parte delle aziende e degli utenti stalkerware in Canada.

Dopo aver valutato il settore, il rapporto conclude, in qualche modo non sorprendentemente, che "la creazione, l'uso e la vendita di app spyware che consentono la sorveglianza segreta dei dispositivi mobili possono potenzialmente violare numerose leggi penali, civili, sulla privacy e normative in Canada".

Il rapporto di oltre 360 ​​pagine conclude che i creatori e gli utenti di stalkerware dovrebbero essere ritenuti responsabili per il danno inflitto a persone target.

Abbiamo riassunto alcuni dei risultati del rapporto, sebbene consigliamo vivamente di leggere anche entrambe le parti del rapporto qui.

1. L'industria si commercializza esplicitamente per gli utenti che desiderano rintracciare e sorvegliare i coniugi

Le aziende del settore dello stalker non sono ingenue di come i loro clienti vogliono usare i loro prodotti. Il rapporto ha scoperto che le aziende "stanno promuovendo attivamente il loro software allo scopo di facilitare lo stalking e, per estensione, la violenza dei partner, gli abusi e le molestie".

Numerosi post e messaggi sul blog di stalkerware spesso fanno riferimento al "monitoraggio sponsale". Una società si vanta persino del fatto che il suo software "è un ottimo modo per saperne di più sulla persona target".

Le aziende di Stalkerware sanno che il loro software viene utilizzato per sorvegliare le persone senza la loro autorizzazione o conoscenza e commercializzeranno esplicitamente i loro prodotti in quanto tali.

2. Lo stalkerware insicuro mette ulteriormente in pericolo le persone colpite

Le app di Stalkerware hanno una storia di hacking, sebbene per fortuna, spesso con l'intenzione di cancellare completamente i dati raccolti dalle app. Tuttavia, questi hack evidenziano la scarsa sicurezza delle informazioni che queste aziende praticano.

Come hanno scritto gli autori del rapporto:

"Nel migliore dei casi, le violazioni hanno portato gli hacker a eliminare i dati raccolti nel tentativo di cancellare i dati che potrebbero essere stati raccolti in modo illecito o inappropriato su persone target." 

"Nel peggiore dei casi, i guasti alla sicurezza dell'organizzazione hanno portato all'enorme quantità di dati sensibili accessibili su Internet pubblica".

Esacerbando una situazione già terribile

È abbastanza orribile che il software sia disponibile per le persone che vogliono perseguitare, hackerare e sorvegliare gli altri. Ma peggio sono le scadenti misure di sicurezza dei loro produttori che creano il rischio aggiuntivo di pubblicare le loro informazioni private su individui mirati.

Gli abusatori, d'altra parte, dovrebbero affrontare un minimo contraccolpo - dopo tutto, non sono le loro informazioni che sono in linea.

Antivirus e Google Play Protect possono rilevare lo stalkerware

Il rapporto aveva alcune buone notizie: molti prodotti antivirus hanno identificato le app stalkerware come dannose. Google Play Protect è stato in grado di "bloccare l'installazione di stalkerware e rimuovere lo stalkerware installato".

3. Le aziende non sono riuscite a ottenere un consenso significativo e costante da parte di soggetti interessati

Gli autori del rapporto hanno riscontrato "fallimenti significativi e inquietanti da parte delle aziende in questo studio per ottenere un consenso significativo e costante ... [che] aumentano seriamente i rischi e le minacce affrontati da coloro che gli operatori prendono di mira con lo stalkerware."

Questo sembra ovvio in superficie. Le aziende di Stalkerware fanno affidamento sul nascondere il loro prodotto dalla visione delle persone interessate, quindi sarebbe controintuitivo chiedere il consenso esplicito.
Sembra che la maggior parte delle aziende di stalkerware si occupino solo dei diritti e delle garanzie per i propri clienti, senza alcuna considerazione di come la loro app influisca sulla privacy delle persone target.

La legislazione attuale ha un "morso limitato"

Mentre alcune aziende di stalkerware dichiarano nella loro politica pubblica che i clienti erano responsabili per ottenere il consenso dai loro obiettivi, "in nessun caso le aziende hanno richiesto il consenso positivo e affermativo - su base continuativa - delle persone effettive prese di mira dalla sorveglianza".

I venditori ambulanti di spyware raramente affrontano ripercussioni per le loro azioni perché la legge canadese ha quello che il documento descrive come un "morso limitato". Il rapporto raccomanda inoltre l'introduzione di rimedi e deterrenti più efficaci e applicabili che si respingono nella natura intrusiva delle app di sorveglianza.

Quale cambiamento spera di portare il rapporto?

Edward Snowden una volta disse che "la privacy è ciò che ti dà la possibilità di condividere con il mondo chi sei alle tue condizioni". In larga misura, questo documento mira a ristabilire l'equilibrio tra il geometra e il sorvegliato e raccomanda una legislazione efficace in tal modo che i sopravvissuti a questo abuso possano reclamare il loro diritto alla privacy.

Leggi il rapporto completo.

Rapporto: le app Stalkerware non sono ritenute responsabili per la violazione dei diritti sulla privacy
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.