Alla polizia non importa se i pervertiti ti stanno spiando

[ware_item id=33][/ware_item]

l'hacker invia foto di webcam a se stessa


Quanto è difficile per gli hacker spiarti attraverso la tua webcam?

Apparentemente non è affatto difficile.

Prendi questo caso recente come esempio.

Il ventisettenne Chelsea Clark aveva appena finito una lunga giornata di lavoro quando ha invitato il suo ragazzo per una serata di abbuffate di Netflix. La coppia si addormentò con il laptop ancora acceso.

Quello che hanno scoperto il giorno successivo spaventato l'assoluto! @ *&$ fuori di loro.

Il peggior tipo di sveglia

Quando Chelsea ha effettuato l'accesso a Facebook, ha ricevuto una serie sinistra di foto mentre lei e il suo ragazzo dormivano.

Si scopre che un hacker anonimo aveva scattato foto della coppia usando la propria webcam. Il colpevole quindi ha violato la pagina Facebook di Chelsea, si è aggiunto come sua amica, e poi le ha inviato le foto in un messaggio di Facebook con questa inquietante didascalia:

Davvero, coppia carina [sic].

Naturalmente, non appena il Chelsea ha visto i messaggi, ha immediatamente chiamato la polizia. "Sembrava così invasivo", ha detto. "Come se qualcuno fosse a casa mia con me."

Non sei morto, quindi agli sbirri non importa

Se ciò non bastasse a far alzare i piccoli peli sul retro del collo, procedi come segue: Gli sbirri non hanno fatto assolutamente nulla.

Chelsea ha affermato che le forze dell'ordine sono state gentili ma hanno offerto poca assistenza. "Sono venuti e hanno preso una dichiarazione, ed erano molto gentili, educati e completamente inutili."

Non è l'unica a sentirsi così.

Le forze dell'ordine falliscono miseramente quando si tratta di perseguire gli hacker. Sia per mancanza di interesse, forza lavoro o semplicemente inefficace legislazione, la polizia ha sempre lottato contro il crimine informatico.

Ecco perché tanti casi come il Chelsea rimangono in uno stato di limbo, una sorta di purgatorio perverso in cui i rapporti continuano ad accumularsi ma nulla è risolto.

Parlando con VICE, l'esperto di cybersecurity Eric Parent ha spiegato ciò che ritiene sia la vera ragione dietro la generale mancanza di interesse delle forze dell'ordine.

Ci sono così tante storie come questa. È solo quando è in gioco la vita di qualcuno o quando qualcuno è morto che i file vengono portati all'inizio.

Arrabbiato? Tu dovresti essere.

L'hacking di una webcam è sorprendentemente facile! Ecco come gli hacker lo fanno

Esistono diversi modi in cui gli hacker possono accedere in remoto alla tua webcam. Uno dei metodi più comuni è l'utilizzo di un tipo di software chiamato RAT o strumento di autorizzazione remoto.

I RAT sono stati originariamente sviluppati per consentire alle persone di accedere ai propri computer da remoto. Sfortunatamente, gli hacker hanno utilizzato questo software per accedere ai computer di tutto il mondo. È sorprendentemente semplice da fare e talvolta estremamente difficile da rilevare.

Si stima che il numero di RAT attualmente in circolazione sul Web sia tra le "centinaia di migliaia". E se pensi che l'unico modo in cui gli hacker possono spiarti è quando quella piccola luce è accesa, ripensaci.

L'FBI utilizza spyware da anni per accedere alla tua webcam senza la luce accesa, e così anche gli hacker. Ciò significa che ogni volta che il tuo computer è acceso, gli hacker potrebbero guardarti!

Legalo!

Fortunatamente, per un sistema così intricato, c'è una soluzione assurdamente semplice. Per impedire a terzi di spiarti, copri sempre la tua webcam.

Usa un adesivo, un nastro adesivo, un pezzo di carta, qualunque cosa. Assicurati solo che la tua webcam sia coperta ogni volta che non la usi.

E se la tua webcam ha una funzione di accesso remoto che non usi mai, spegnila!

Lasciare la webcam scoperta è come lasciare la finestra spalancata. Non lasciare che la piccola luce accanto alla tua webcam sia la tua unica misura di sicurezza. Proteggi la tua privacy coprendo la fotocamera.

#WTFWed Wednesday di ExpressVPN ti offre storie strane, scioccanti e inquietanti sulla privacy dei dati, tratte direttamente dalle notizie. Pensi che la tua privacy sia la tua? Pensa di nuovo. Ti sentirai a disagio. Sarai oltraggiato. Penserai "WTF ?!"

Ti piace questo post? Lo odi? Leggi altre storie horror sull'invasione della tua privacy nel nostro archivio #WTFWed Wednesday.

Alla polizia non importa se i pervertiti ti stanno spiando
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.