6 motori di ricerca che abusano della tua privacy (e 3 che la preservano effettivamente)

[ware_item id=33][/ware_item]

motori di ricerca che invadono la tua privacy


Per rendere le cose più facili per tutti, ExpressVPN ha valutato nove principali motori di ricerca in base alla loro invasività per la tua privacy. Sei si sono distinti come minacce alla privacy, mentre tre si sono dimostrate scommesse più sicure. La valutazione si basa sulla politica sulla privacy di ciascun motore di ricerca, sulla presenza di annunci pubblicitari e su servizi aggiuntivi incentrati sulla privacy.

Con l'avvento dei moderni browser, i motori di ricerca si sono integrati perfettamente nella nostra esperienza su Internet. Sono finiti i giorni in cui scrivevo "www.google.com", ora basta digitare una query nella barra di ricerca (o barra degli indirizzi, in molti casi), e in seguito i risultati.

A causa di questa esperienza semplificata, abbiamo meno probabilità di pensare in modo critico ai motori di ricerca che utilizziamo. Su Chrome? Certo, lo farà Google. Internet Explorer? Portami via, Bing!

Il problema con questo atteggiamento da laissez faire è che ha un effetto considerevole su come viviamo Internet. Non solo i motori di ricerca variano nei loro algoritmi, incidendo così sui risultati di ricerca, ma hanno anche politiche sulla privacy radicalmente diverse. A seconda di chi stai facendo la tua ricerca, potresti mettere in vendita fatti casuali su di te.

The Naughty List

Google

Ambito di raccolta dei dati: Enorme (non dimenticare, Google ti segue su YouTube)
Annunci: Sì
Caratteristiche degne di nota: Probabilmente sa tutto di te * risata sinistra *

Google potrebbe essere il motore di ricerca più popolare in circolazione — nel 2014 ha ospitato il 67,5% di tutte le ricerche negli Stati Uniti — ma è una scelta terribile quando si tratta di privacy.

Mentre l'informativa sulla privacy del motore di ricerca informa i visitatori, Google tiene traccia di tutto, comprese le query di ricerca, il tuo indirizzo IP, il tuo numero di telefono, le tue impostazioni hardware e molto altro!

Secondo Google, tutta questa raccolta di dati viene eseguita a beneficio degli utenti:

"Raccogliamo informazioni per fornire servizi migliori a tutti i nostri utenti, dalla ricerca di elementi di base come la lingua che parli, a cose più complesse come le pubblicità che troverai più utili, le persone che contano di più per te online o quali Video di YouTube che potrebbero piacerti. "

Se quel grado di invadenza ti rende nauseabondo, non temere: puoi sempre far dimenticare a te Google. Puoi anche impedire a Google di conoscere i tuoi dati di posizione in futuro utilizzando un'estensione VPN su Chrome.

Una volta cancellata la lista, potresti anche voler controllare una delle opzioni del motore di ricerca nell'elenco di Nizza.

Yahoo

Ambito di raccolta dei dati: Grande
Annunci: Sì
Caratteristiche degne di nota: Il suo sistema di posta elettronica affiliato è stato recentemente violato

Ultimamente le cose non sono andate bene per Yahoo, con la rivelazione che sono stati hackerati circa 500 milioni di account Yahoo Mail. Quell'evento da solo ha allontanato molte persone attente alla privacy.

Il motore di ricerca di Yahoo non è nulla di cui scrivere (è "alimentato da Bing"), ma ha un gestore degli interessi pubblicitari che ti consente di impedire a Yahoo di personalizzare gli annunci che vedi. Non impedisce che gli annunci vengano visualizzati del tutto, ma almeno rende l'esperienza di navigazione leggermente meno stalkerish.

Bing

Ambito di raccolta dei dati: Grande
Annunci: Sì
Caratteristiche degne di nota: Sa quasi quanto te di Google

Il secondo motore di ricerca più popolare negli Stati Uniti (in parte perché "alimenta" altri motori di ricerca), Bing registra anche le tue query di ricerca e altre informazioni pertinenti. Tuttavia, poiché non è integrato con tante piattaforme popolari come Google (come YouTube), potrebbe essere visto come leggermente meno invadente.

Non sta ancora dicendo molto. Una visita alla pagina sulla privacy di Bing mostra un'immagine dettagliata di tutte le cose belle che condividi quando fai una ricerca:

"Quando conduci una ricerca o utilizzi una funzionalità di un'esperienza basata su Bing che prevede l'esecuzione di una ricerca o l'immissione di un comando per tuo conto, Microsoft raccoglierà i termini di ricerca o di comando forniti, insieme al tuo indirizzo IP, posizione, identificatori univoci contenuti nei nostri cookie, l'ora e la data della tua ricerca e la configurazione del tuo browser. "

Tutto sommato, si tratta di informazioni non identificabili abbastanza identificabili.

AOL

Ambito di raccolta dei dati: Grande
Annunci: Sì
Caratteristiche degne di nota: Pieno di nostalgia per chiunque online negli anni '90

AOL (a volte scritto come Aol.) È simile a Yahoo in quanto è "alimentato da Bing". È anche simile al suo concorrente viola in quanto ha dovuto affrontare uno scandalo sulla privacy: nel 2006, la società ha pubblicato le cronologie di ricerca di 650.000 utenti.

Frustrantemente, la pagina sulla privacy di AOL è molto meno dettagliata di quella di altri motori di ricerca. Piuttosto che fornirti un elenco di quali dati raccoglie esattamente, la pagina osserva: “Raccogliamo e riceviamo informazioni su di te e sul tuo dispositivo quando ce le fornisci direttamente, quando utilizzi i nostri Servizi e da determinate fonti di terze parti. "Non ci sono collegamenti ipertestuali per ulteriori spiegazioni, nessuna nota piacevole.

Fondamentalmente, utilizzare AOL a rischio della tua privacy.

Chiedi

Ambito di raccolta dei dati: Grande
Annunci: Sì
Caratteristiche degne di nota: La sua barra degli strumenti di ricerca è spesso in bundle con altri software ed è difficile liberarsene

Ask (noto come Ask Jeeves in un'altra vita) è alle prese con la sua identità durante i suoi 20 anni di esistenza. A volte un sito di domande e risposte, a volte pura ricerca, recentemente è scivolato sul retro del pacchetto in termini di volume.

Per fortuna, è molto più semplice di AOL quando si tratta di farti sapere quali informazioni raccoglie, tra cui "la posizione geografica del tuo dispositivo mobile (posizione geografica specifica se hai abilitato automaticamente la raccolta di tali informazioni o posizione geografica generale)". Cose rassicuranti.

Ciò che rende Ask un po 'più aggravante, tuttavia, è il suo ruolo occasionale di "browser hijacker". A volte quando scarichi un'applicazione da Internet, verrà raggruppato in una "utile" barra degli strumenti di ricerca Ask che installerai perché non hai leggere le condizioni quando si fa clic ciecamente su "Accetta, Accetta, Accetta ..." Il risultato: Chiedi diventa il tuo motore di ricerca automatico su tutti i tuoi browser.

Anche se tali pratiche non sono malware di per sé, possono comunque essere piuttosto fastidiose, soprattutto dati tutti i dati che Ask può improvvisamente mettere le mani su.

Lycos

Ambito di raccolta dei dati: Grande
Annunci: Sì
Caratteristiche degne di nota: È ancora in giro

Lycos ha attraversato molte iterazioni dalla Dotcom Bubble ed è stato addirittura avvistato nel tentativo di staccare una marca di dispositivi indossabili. Questa nuova incarnazione funzionerà? Sii il giudice.

Come altri motori di ricerca sulla lista dei cattivi, Lycos raccoglie molti dati, inclusi IP, browser e piattaforma. È utile dire che raccoglie "termini di ricerca aggregati", il che suggerisce almeno che le singole ricerche non sono legate al tuo IP (si spera).

La bella lista

Ixquick

Ambito di raccolta dei dati: Inesistente
Annunci: No
Caratteristiche degne di nota: Consente di aprire i risultati della ricerca con il servizio proxy

ExpressVPN non è estraneo a Ixquick. Il motore di ricerca ha entusiasmato la privacy dal 1998 e, nonostante abbia velocità di caricamento più basse rispetto ad altri servizi, offre risultati relativamente solidi.

Una caratteristica che distingue Ixquick è che offre agli utenti la possibilità di aprire i risultati della ricerca in una finestra proxy, consentendo loro di visualizzare le pagine in modo anonimo. I tempi di caricamento possono essere piuttosto lenti, quindi potrebbe non essere pratico per chi ha una scadenza.

Ixquick adotta un approccio rassicurante alla privacy. Il sito proclama: "Hai il diritto alla privacy" e, "L'unica vera soluzione è eliminare rapidamente i tuoi dati o non archiviarli per cominciare."

ExpressVPN è pienamente d'accordo.

Pagina iniziale

Ambito di raccolta dei dati: Inesistente
Annunci: Sì
Caratteristiche degne di nota: Le prestazioni di Google senza violazione della privacy

StartPage è una derivazione di Ixquick che interroga Google, fondamentalmente fungendo da intermediario. Ciò significa che ottieni tutto il potere di una ricerca su Google meno la divulgazione delle tue informazioni personali. L'unico aspetto negativo è che ricevi ancora annunci pubblicitari, ma almeno non sono rivolti a te.

StartPage, come Ixquick, offre un'opzione proxy per esplorare i risultati della ricerca. Tuttavia, è ancora piuttosto lento e talvolta provoca errori di rendering della pagina.

Un'altra cosa grandiosa di StartPage? Ha smesso di registrare gli indirizzi IP degli utenti nel 2009.

DuckDuckGo

Ambito di raccolta dei dati: Inesistente
Annunci: No
Caratteristiche degne di nota: Offre un servizio Tor (3g2upl4pq6kufc4m.onion)

ExpressVPN aveva precedentemente recensito DuckDuckGo e lo adorava. Non raccoglie il tuo indirizzo IP o altre informazioni, ma registra le ricerche, le aggrega semplicemente senza affiliazione con altri dati.

DuckDuckGo è anche unico in quanto offre un servizio di cipolla. Questa caratteristica, insieme alla sua velocità, la rende la scelta migliore.

Naturalmente, l'algoritmo di DuckDuckGo opta per il crowdsourcing sull'azienda. Una ricerca sulle attuali elezioni presidenziali statunitensi nella categoria "Notizie" ha portato gli articoli di Wikipedia tra i primi due successi, quindi assicurati di guardare più in basso nell'elenco se vuoi più varietà.

~

Utilizzi uno dei motori di ricerca sopra elencati? Fateci sapere nei commenti qui sotto. Ricorda, puoi sempre utilizzare una VPN per nascondere il tuo indirizzo IP, ma ciò non impedirà ai motori di ricerca di registrare altri dati sulle tue ricerche o sulla tua macchina!

Immagine in primo piano: Pixabay

6 motori di ricerca che abusano della tua privacy (e 3 che la preservano effettivamente)
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.