The Snowden Effect: 4 cose che abbiamo imparato da quando è esplosa la bolla della privacy

[ware_item id=33][/ware_item]

The Snowden Effect: 4 cose che abbiamo imparato da quando è esplosa la bolla della privacy


The Snowden Effect (sostantivo): sensibilizzare maggiormente i cittadini alla privacy e ai diritti di sicurezza

Nel 2013 il contraente della NSA Edward Snowden ha fatto trapelare documenti altamente classificati che mostravano come i governi di tutto il mondo conducessero la sorveglianza di massa. Dettagli minuziosi e intimi sono stati registrati in modo minuzioso.

La questione della privacy è diventata immediatamente un argomento accattivante. Le aziende tecnologiche hanno lavorato febbrilmente per crittografare i loro dispositivi mentre i governi hanno cercato di assicurare alle persone che tutte le loro attività di spionaggio erano state fatte nel migliore interesse.

Abbiamo visto un cambiamento nel modo in cui i governi raccolgono i dati negli ultimi anni, ma il problema rimane lo stesso: La privacy è il prezzo che paghi per la libertà?

Ecco cosa abbiamo imparato negli anni successivi.

1. La privacy sta diventando un lusso

Anche se potresti non esserne consapevole, il tuo "diritto" alla privacy non è più un diritto. Siamo tutti colpevoli di scambiare alcuni aspetti della nostra privacy per comodità: i siti di social media che utilizziamo, la possibilità di taggare automaticamente le foto in base alla nostra posizione o persino i moduli di compilazione automatica su alcuni siti sono tutti rischi per la privacy che accettiamo volentieri. Tuttavia, molti di noi lo fanno a spese della nostra sicurezza personale.

Uno studio del 2014 intitolato The Future of Privacy ha rilevato:

"La privacy è un termine arcaico se utilizzato in riferimento al deposito di informazioni online. Le persone sono disposte a rinunciare alla privacy per motivi di facilità, rapidità e convenienza ... Semmai, il monitoraggio dei consumatori aumenterà e quasi tutti i dati immessi online saranno considerati "fair game" ai fini dell'analisi e della produzione di "user-driven" Annunci."

Ogni volta che scorriamo i Termini di servizio di un'app senza leggere le ripercussioni, stiamo sacrificando la nostra privacy.

È una pendenza scivolosa e la maggior parte di noi sta scivolando inconsapevolmente.

2. Le persone amano ancora o odiano davvero l'NSA

obama-share-tutto-planTramite alcuni meravigliosi abitanti di Internet

Un recente studio di Pew ha esaminato la posizione delle persone sulla privacy per un periodo di due anni e mezzo. Ciò che abbiamo appreso è che un travolgente 91 percento degli adulti intervistati ha concordato che la raccolta di dati di massa sta sfuggendo di mano. Sfortunatamente, quando si tratta della stessa NSA la sensazione non è reciproca; solo il 52% ha dichiarato di essere "molto preoccupato" per la sorveglianza del governo e il 46% ha dichiarato di non essere affatto preoccupato.

L'ignoranza è felicità, ma è anche pericolosa. Il che ci porta al nostro terzo punto:

3. Il futuro sta iniziando a sembrare meno simile ai Jetsons e più al rapporto sulle minoranze

Molti esperti di tecnologia prevedono che solo una manciata di persone disporrà sia dell'energia che delle risorse per proteggersi dalla crescente tendenza della sorveglianza dei dati nei prossimi anni.

Gli scandali che coinvolgono termostati intelligenti che monitorano le tue abitudini quotidiane, i giocattoli che registrano le conversazioni di tuo figlio e le TV che inviano le tue abitudini di visualizzazione a terze parti sconosciute stanno diventando più comuni. Questo sta solo graffiando la superficie, le persone. Scava un po 'più a fondo e le cose iniziano a diventare davvero pelose.

Sfortunatamente, il governo rimane testardo nel tentativo di ridurre questa crescente minaccia alla privacy. Quando si tratta della maggior parte dei dispositivi intelligenti oggi i consumatori sembrano avere una scelta: accettare il prodotto in tutta la sua gloria invasiva della privacy o non acquistare affatto.

Che tipo di scelta è quella?

4. Stiamo iniziando a vedere un cambiamento radicale nei nostri governi e nelle nostre industrie tecnologiche

Fortunatamente, non è tutto negativo. Da quando i metodi dell'NSA sono stati messi in luce, i sostenitori della privacy sia nel settore pubblico che in quello privato lo hanno fatto ha lavorato instancabilmente per correggere questi torti. Apple ha iniziato a installare la crittografia end-to-end sui propri dispositivi; Google ha fatto una campagna per rendere la crittografia TLS lo standard sia per i siti Web sia per la posta elettronica; e il Patriot Act, che è stato annunciato con approvazione quasi unanime, è stato dichiarato incostituzionale verso la fine del 2015.

Anche Snowden stesso è ottimista, sebbene crede che il nostro diritto alla privacy sia ancora minacciato. In un editoriale del New York Times di giugno, scrive:

“L'equilibrio del potere sta iniziando a cambiare. Stiamo assistendo alla nascita di una generazione post-terrorismo, che rifiuta una visione del mondo definita da una tragedia singolare. Per la prima volta dagli attacchi dell'11 settembre 2001, vediamo il profilo di una politica che si allontana dalla reazione e dalla paura a favore della resilienza e della ragione. Con ogni vittoria del tribunale, con ogni cambiamento nella legge, dimostriamo che i fatti sono più convincenti della paura. Come società, riscopriamo che il valore di un diritto non sta in ciò che nasconde, ma in ciò che protegge. "

Mentre sempre più persone stanno diventando consapevoli di come il loro governo raccoglie i dati, emerge l'opportunità di cambiarli.

Se sei ancora a cavallo della barriera della privacy, fai uno sforzo consapevole per proteggere le tue informazioni private. Leggi i termini di servizio, sii più consapevole di ciò che condividi online, aggiorna le tue impostazioni sulla privacy sui tuoi account sui social media e riprendi la tua privacy installando ExpressVPN su tutti i tuoi dispositivi abilitati a Internet.

Immagine in primo piano: Onsemeliot (Der Wizzleblower Edward Snowden als beliebig verlustrei skalierbares Vekorportrait.) [CC BY 4.0 (http://creativecommons.org/licenses/by/4.0)], tramite Wikimedia Commons

The Snowden Effect: 4 cose che abbiamo imparato da quando è esplosa la bolla della privacy
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.