Il software di scambio facciale è ora open-source

[ware_item id=33][/ware_item]

Due braccia incrociate reggono una faccia diversa. È un po 'strano, per essere perfettamente onesto.


Sviluppata da esperti del Massachusetts Institute of Technology e NVIDIA, la tecnologia vid2vid consente a chiunque di scambiare le immagini di superficie degli oggetti in un video.

La maggior parte di noi conosce questo tipo di sintesi video-video da "scambio di volti", in cui un algoritmo rileva un volto e applica un altro volto sopra di esso. Ma la tecnologia potrebbe applicarsi anche ad altri oggetti, ad esempio automobili o negozi.

Problemi di copyright e furto di identità

La tecnologia di scambio di volti, simile a qualsiasi altra tecnica di modifica di video e foto, è ampiamente temuta per il suo utilizzo nella creazione di contenuti diffamatori e soggetti a copyright. Dopotutto, consente a chiunque di usare i volti di attori famosi nei film fatti in casa (chiamati Deepfake), o forse anche attribuire prove di un crimine al sospetto sbagliato.

Inoltre, gli scienziati del MIT dietro vid2vid hanno pubblicato il codice con una licenza Creative Commons, il che significa che chiunque può utilizzare o modificare il codice come meglio crede (purché diano credito all'autore).

L'adozione di massa è una limitazione del danno

Rendere open source la tecnologia di scambio di immagini, tuttavia, è un passo importante nella limitazione del danno, in quanto livella il campo di gioco tra attori malintenzionati ben finanziati e il pubblico.

Può anche aiutare a dissuadere le persone dall'utilizzare maliziosamente tale tecnologia, poiché qualsiasi video viene sottoposto a un esame più approfondito quando coloro che lo guardano sanno quanto sia facile "falsificare" tale materiale.

Nel loro articolo, gli autori spiegano la matematica dietro i loro modelli e dimostrano l'abilità del loro codice scambiando facce, alberi ed edifici.

Software di scambio di immagini in azione

In un documentario di febbraio 2018, un diverso team di ricercatori che lavorano al software di scambio di immagini dimostra le loro capacità sostituendo la decorazione su una parete con simboli offensivi e il volto di un attore con quello del presidente Trump.

"Non credere a tutto ciò che vedi su Internet."
- Abraham Lincoln

Il futuro delle immagini e dei video curati

La credibilità delle informazioni online è già piuttosto bassa: strumenti come Photoshop possono attribuire falsamente immagini e manipolare intenzionalmente eventi, il che distorce la nostra impressione del mondo.

Sarà sempre più difficile verificare le fonti online man mano che la tecnologia avanza con precisione e potremmo vedere il giorno in cui le immagini digitali non saranno più ammissibili in tribunale.

La tecnologia come il timestamp decentralizzato potrebbe rendere più difficile l'attribuzione di filmati falsi agli eventi del passato, ma consentirà comunque a chiunque di manipolare i contenuti al volo volontariamente.

Il software di scambio facciale è ora open-source
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.