I collegamenti ipertestuali hanno reso Internet favoloso e non devono essere tassati

[ware_item id=33][/ware_item]

Di 'no la tassa di collegamento UE.


HTTP (Hypertext Transfer Protocol) ha cambiato Internet e lo ha catapultato nel mainstream, ma potrebbe essere minacciato da una nuova "tassa sui collegamenti ipertestuali". Fortunatamente, alcuni stanno lottando per proteggere il web, come OpenMedia e la campagna Save the Link.

La prima versione di HTTP, sviluppata dall'ormai famoso Tim Berners-Lee, è stata rilasciata nel 1997 e il suo successore, HTTP / 2, è ora operativo e supportato da tutti i browser chiave, nonostante abbia solo un anno.

Hyper è greco e significa "finito" - ha una funzione simile al prefisso inglese "super"

L'ipertesto è molto simile al testo normale, a parte l'inclusione dei collegamenti, i cosiddetti collegamenti ipertestuali. Il linguaggio più popolare per scrivere un tale ipertesto è il linguaggio ipertestuale Markup Language o HTML in breve.

I collegamenti sono riferimenti a un altro punto della struttura ipertestuale, in genere un'altra pagina del sito, un file, un'immagine, un programma o un sito Web esterno (ad esempio una pagina su un dominio diverso da quello che si sta attualmente navigando). Un lettore può fare clic su di essi per aprire ulteriore materiale di lettura in una nuova scheda o finestra o scaricare un file.

I collegamenti ipertestuali hanno modellato Internet in quello che è oggi

È grazie al collegamento ipertestuale che il web ha sviluppato come ha fatto. Il collegamento ipertestuale ha contribuito a creare un Internet aperto e trasparente, in cui le stringhe URL identificano in modo univoco ogni contenuto.

I motori di ricerca, come Google, hanno fatto uso della struttura ipertestuale, che ha ulteriormente incentivato i siti Web a fare un uso corretto del sistema ipertestuale. I motori di ricerca, i social media e i blog indirizzano il traffico maggiore, il che si traduce in entrate. Non importa se vendi qualcosa o guadagni attraverso la pubblicità, devi rispettare i collegamenti ipertestuali affinché le persone possano trovare te e i tuoi siti.

Il racconto del 1941, The Garden of Forking Paths, viene spesso citato come fonte di ispirazione per gli ipertesti

Il concetto di collegamento ipertestuale deve essere libero, uniforme e non posseduto o controllato da nessuno, il che li ha resi incredibilmente potenti nel livellare il campo di gioco dei media online. Un singolo post di un autore sconosciuto può generare un numero di clic pari a un mese di post di un giornale affermato. Grazie a collegamenti ipertestuali e progetti come i post su Internet di archive.org possono essere registrati e, pertanto, non spariranno mai dalla memoria collettiva umana.

Una rete senza collegamenti ipertestuali è una piscina senza acqua

È facile immaginare Internet senza collegamenti ipertestuali, ma non è una buona idea. Pensa a Youtube, ma senza che ogni video abbia un collegamento diretto. L'unico modo per cercare video sarebbe attraverso l'interfaccia web di YouTube, e l'unico modo per aggiungerli ai segnalibri sarebbe quello di accedere e aggiungerli alle tue playlist. Non saresti in grado di condividere questi video se non viene raggiunto un accordo con YouTube sulla monetizzazione e le restrizioni di ciascun collegamento.

Se segui il primo link in qualsiasi articolo di Wikipedia, arriverai alla pagina della filosofia

Mentre l'esperienza dell'utente sarebbe molto peggio, i giganti del web e le case editrici prediligono tale sistema. Se fosse necessario accedere a un servizio per trovare, aggiungere segnalibri e condividere qualcosa, sarebbe facile che l'esperienza venga controllata, tracciata e limitata. La tua connessione Internet potrebbe essere limitata a causa di cose come la tua età, sesso e geolocalizzazione e, soprattutto, il tuo portafoglio.

La diversa versione di AOL di Internet

Con la nascita del World Wide Web negli anni '90, infatti, c'era una società ben finanziata e promettente che cercava di costruire esattamente questo tipo di Internet senza hyperlink: America Online (AOL).

AOL ha iniziato con la vendita di un semplice accesso remoto al Web, ma presto ha voluto controllare l'intera esperienza offrendo un servizio di messaggistica istantanea, notizie, trading di azioni e navigazione generale in rete. Simile ai terminali Bloomberg ancora utilizzati oggi nelle società finanziarie, i contenuti e i servizi erano accessibili solo agli abbonati.

Scegli i tuoi libri di avventura sono una prima forma di narrativa ipertestuale

Dalla fine degli anni '90, è stato Netscape a far sì che internet aperto e collegamenti ipertestuali avessero successo (ed è stato acquistato da AOL nel 1999 per 10 miliardi di dollari). AOL è stato costretto, dal mercato, ad aprire i suoi servizi e alla fine il suo marchio è scomparso dagli occhi del pubblico.

Una nuova minaccia per i collegamenti ipertestuali dall'Europa

I collegamenti ipertestuali rendono i contenuti facilmente disponibili. Blogger e social media possono curare i contenuti per te e puoi cercare esplicitamente una pagina con un motore di ricerca.

Immagina di dover andare alla prima pagina di una pubblicazione nella speranza di trovare quello che stai cercando. E dopo aver letto l'articolo, non c'è modo di condividere ciò che hai trovato con gli altri. Attualmente, consumiamo i media su Internet controllando un collegamento su un feed di social media, leggendo brevemente il contenuto, quindi tornando ai nostri social media.

FRESS era un sistema ipertestuale utilizzato alla Brown University. Utilizzato per insegnare poesie nel 1976, è stato senza dubbio il primo corso online di storia

Le case editrici temono che senza le loro landing page e referral interni, i loro marchi diminuiranno e saranno degradati ai semplici produttori di contenuti, come le agenzie di stampa. Si teme inoltre che i loro profitti saranno ridotti ai blogger che scrivono su argomenti altrettanto appassionatamente, ma senza conflitti di interesse finanziari o retribuzioni.

La legislazione europea minaccia il web aperto

I notiziari europei, e in particolare quelli francesi, sono noti per combattere ferocemente i siti indipendenti che li collegano. All'inizio, questo potrebbe sembrare assurdo, poiché i collegamenti inviano traffico. Ma si adatta bene al quadro generale della paura di perdere la loro posizione sul mercato.

Le piattaforme di pubblicazione affermate vedono la cura dei contenuti come parte integrante del loro ruolo e modello di business e il collegamento ipertestuale consente a chiunque di portarlo via.

La Commissione europea (CE) ha ripetutamente tentato di creare una "tassa sui collegamenti ipertestuali". Simile alla tassa che una stazione radio deve pagare durante la riproduzione di una canzone, ogni blogger, sito di notizie o sito di ricerca dovrebbe pagare ogni volta che fa riferimento a un visitatore.

Perché la CE ha torto sulla tassa sui collegamenti ipertestuali

Certo, la CE ha sbagliato tutto. Un collegamento ipertestuale è semplicemente un riferimento, non una riproduzione del contenuto; la situazione è più simile a quella di un critico del ristorante che deve pagare un ristorante per scriverne, oltre a ciò che stanno già pagando per il cibo.

Cosa ne pensi del tentativo della CE di tassare i collegamenti Internet? Condividi i tuoi pensieri nei commenti qui sotto.

I collegamenti ipertestuali hanno reso Internet favoloso e non devono essere tassati
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.