La connessione Wi-Fi pubblica gratuita di New York ha un prezzo

[ware_item id=33][/ware_item]

La connessione Wi-Fi pubblica gratuita di New York ha un prezzo


Il mese scorso, New York City ha svelato un nuovo grandioso piano per sostituire le vecchie cabine telefoniche fatiscenti della città con nuovi e scintillanti hotspot Wi-Fi pubblici. Questi hotspot consentono alle persone di caricare i propri dispositivi, effettuare chiamate telefoniche e navigare sul Web. Soprattutto, i router forniscono assolutamente Internet in fibra per gli 8 milioni di residenti della città gratuito!

Quindi, qual è il trucco?

Anche se non stiamo perseguendo questa grande iniziativa sull'interconnettività, ci sono alcuni avvertimenti: 1), gli utenti devono inviare i loro indirizzi email e accettare di avere i loro abitudini di navigazione registrate prima che possano usare il servizio; 2), vengono conservati gli stessi indirizzi e-mail un enorme database; e 3), è probabile motivo di sospettare questi server sono controllati dal NYPD e da altri gruppi di sorveglianza.

Sembra che dopo tutto questo servizio "gratuito" non sia così gratuito.

Wi-Fi pubblico significa pagare con la privacy anziché in contanti

LinkNYC offre "Wi-Fi pubblico superveloce, chiamate telefoniche, ricarica dei dispositivi e un tablet per la navigazione in Internet, l'accesso ai servizi della città, mappe e indicazioni stradali". Mentre si vantano di sostituire quasi 7.500 telefoni a pagamento con hub Wi-Fi, non menzionano come questi nuovi hotspot monitorano anche le tue abitudini di navigazione.

Secondo i termini del servizio, non appena effettui l'accesso, LinkNYC sarà in grado di monitorare il traffico di rete, vedere quali pagine hai visitato e per quanto tempo, guardare le tue ricerche su Google, tenere traccia di ciò che hai scaricato e altro ancora.

si. È piuttosto spaventoso. Ancora più spaventoso è il fatto che la maggior parte delle persone non legge nemmeno i termini di servizio prima di registrarsi. Non è un caso affermare che la maggior parte delle persone che utilizzano questo servizio può essere monitorata senza mai saperlo.

Una connessione unica per una vita di informazioni

La New York Civil Liberties Union (NYCLU) ha rapidamente diffamato il nuovo servizio, sostenendo che è solo un altro modo per le società di telecomunicazioni di costruire un enorme database. In un comunicato stampa, l'avvocato dello staff senior della NYCLU Mariko Hirose sostiene:

"L'accesso a Internet non è una scelta, è una necessità della vita moderna. La rete Wi-Fi pubblica della città dovrebbe porre le basi per la privacy e la sicurezza per aiutare a garantire che i newyorkesi non debbano sacrificare i loro diritti e le loro libertà per firmare online ".

È vero. Oggi è quasi impossibile funzionare senza accesso a Internet, il che significa praticamente tutti a New York utilizzerà questi hotspot in un punto o nell'altro.

Sfortunatamente, ogni volta che usi il servizio le tue informazioni vengono archiviate in un enorme database per 12 mesi. Dato che la maggior parte delle persone tende a utilizzare gli hotspot almeno una volta all'anno, non è una tendenza suggerire che le informazioni degli utenti rimarranno per decenni.

Gli hotspot pubblici sono un argomento "caldo"

Il problema con il Wi-Fi pubblico è semplice: poiché la maggior parte di queste reti non è sicura, è incredibilmente facile per gli hacker o gli snoop di terze parti entrare nella tua rete, prenderti di mira con schemi di phishing elaborati, rubare la tua identità o tutto il resto di cui sopra.

(Dai un'occhiata al nostro post sui pericoli del Wi-Fi pubblico per uno sguardo più da vicino alle truffe di phishing wireless e al loro funzionamento.)

Uno dei modi più comuni in cui gli hacker lo fanno è alimentare il malware di rete, di solito sotto forma di pop-up. Una volta che fai clic sul link o, peggio ancora, inserisci le informazioni personali, queste vengono immediatamente concesse all'interno dell'accesso alla tua rete–e la tua vita.

Anche se non vivi a New York o hai intenzione di visitare presto, dovresti comunque preoccuparti. Un numero crescente di città sta iniziando a implementare servizi Wi-Fi gratuiti e, a seconda della ricezione del modello LinkNYC, più città potrebbero presto adottare questo stesso modello di violazione della privacy.

Più di 57 città hanno attualmente una qualche forma di Wi-Fi pubblico.

Città come Parigi, Taipei e Hong Kong hanno hotspot Wi-Fi gratuiti nel centro città e come LinkNYC sono l'incubo di un analista della privacy.

Se si utilizza il Wi-Fi pubblico, utilizzare una VPN

Offrire il Wi-Fi gratuito sembra un'ottima idea, ma nel caso di LinkNYC è archiviato in modo da sfruttare facilmente le informazioni private delle persone. Gli hotspot pubblici da soli non sono molto sicuri. Abbinalo al fatto che esiste letteralmente un intero database di abitudini di navigazione delle persone e ne hai ricetta perfetta per il disastro.

Fortunatamente, esiste un modo incredibilmente semplice per sfruttare gli hotspot pubblici mantenendo private le tue informazioni.

Tutto ciò che serve è utilizzare una VPN!

questo ragazzo sa come usare una VPNQuesto ragazzo lo capisce

Ogni volta che hai un disperato bisogno di Wi-Fi, connettiti a una VPN per nascondere il tuo IP e crittografare i tuoi dati. In questo modo sarai in grado di navigare sul Web senza doversi preoccupare delle informazioni private rese pubbliche.

Fai attenzione a ciò che fai online, gente, soprattutto tramite il Wi-Fi pubblico. Resta al sicuro, resta privato e al sicuro!

Immagine in evidenza: Gratisography

La connessione Wi-Fi pubblica gratuita di New York ha un prezzo
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.