In una vittoria per i sostenitori della privacy, DuckDuckGo può ora essere il tuo motore di ricerca predefinito nell’UE

[ware_item id=33][/ware_item]

Il logo Android sventola una bandiera DuchDuckGo.


I nuovi utenti Android nell'UE trarranno beneficio da una sentenza antitrust emessa dall'Unione Europea l'anno scorso.

A partire da marzo, gli utenti avranno la possibilità di scegliere tra quattro motori di ricerca quando si registrano e configurano un dispositivo Android. La selezione diventerà il sito predefinito ogni volta che avvia una ricerca in Chrome o nella casella di ricerca home di Android. L'app dedicata del provider di ricerca predefinito verrà installata anche sui singoli dispositivi.

Google rimarrà un'opzione, ma gli utenti dovranno dichiarare esplicitamente la propria preferenza affinché rimanga l'impostazione predefinita.

Il motore di ricerca attento alla privacy DuckDuckGo ha vinto una procedura di gara competitiva da mostrare come opzione più frequente nei paesi dell'UE. Ciò non significa che diventerà automaticamente il motore di ricerca più popolare tra i dispositivi Android nell'UE, ma è un forte impulso all'immagine dell'azienda e alla visibilità generale.

Perché Google è costretto a chiedere agli utenti la loro preferenza?

Una sentenza di riferimento da parte dei regolatori antitrust dell'UE nel luglio 2018 ha multato Alphabet (la società madre di Google) di quasi 5 miliardi di dollari, affermando che "Google ha utilizzato Android come veicolo per consolidare il dominio del suo motore di ricerca. . . [e] ha negato ai consumatori europei i vantaggi di una concorrenza effettiva ", ritenendo la pratica illegale ai sensi del diritto dell'UE.

In particolare, i legislatori dell'UE hanno notato che Alphabet ha reso obbligatoria per i produttori di smartphone la preinstallazione della suite di app di Google, tra cui ricerca e Chrome, se desideravano poter accedere al Play Store.

Ha aggiunto che i pagamenti segnalati ad alcuni produttori e operatori di rete mobile per utilizzare esclusivamente le app di Google oltre a impedire ad alcuni di eseguire versioni alternative di Android sono andati contro la normativa antitrust.

Cosa succederà dopo?

Gli utenti Android hanno sempre avuto la possibilità di scegliere un motore di ricerca predefinito diverso da Google, ma l'opzione è stata sepolta così profondamente nel menu delle impostazioni che la maggior parte degli utenti potrebbe non aver nemmeno saputo che era sotto il loro controllo.

Il nuovo sistema consentirà agli utenti di avere il pieno controllo, in quanto dovranno selezionare le loro preferenze del motore di ricerca durante l'installazione. Le opzioni variano per ciascun paese dell'UE, poiché i criteri di selezione sono legati a un sistema di aste.

Ogni fornitore ha indicato a Google quanto è disposto a pagare l'azienda ogni volta che viene selezionato. I primi tre provider vengono scelti e mostrati agli utenti, con Google che completa l'elenco. Tuttavia, la società selezionata pagherà solo l'importo offerto dalla quarta offerta più alta e non il proprio prezzo.

La pratica entrerà in vigore a marzo, ma le offerte d'asta verranno riviste ogni quattro mesi.

Ecco la ripartizione paese per paese:

Nazione

Opzioni di ricerca

Austria DuckDuckGo, GMX, Info.com
Belgio DuckDuckGo, Info.com, Qwant
Bulgaria DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Croazia DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Repubblica Ceca DuckDuckGo, Info.com, Seznam
Danimarca DuckDuckGo, Givero, Info.com
Estonia DuckDuckGo, Info.com, Yandex
Finlandia DuckDuckGo, Info.com, Yandex
Francia DuckDuckGo, Info.com, Qwant
Germania DuckDuckGo, GMX, Info.com
Grecia DuckDuckGo, Info.com, Qwant
Ungheria DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Islanda DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Irlanda DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Italia DuckDuckGo, Info.com, Qwant
Lettonia DuckDuckGo, Info.com, Yandex
Liechtenstein DuckDuckGo, Info.com, Qwant
Lituania DuckDuckGo, Info.com, Yandex
Lussemburgo DuckDuckGo, Info.com, Qwant
Malta DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Olanda DuckDuckGo, GMX, Info.com
Norvegia DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Polonia DuckDuckGo, Info.com, Yandex
Portogallo DuckDuckGo, Info.com, Qwant
Repubblica di Cipro DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Romania DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Slovacchia DuckDuckGo, Info.com, Seznam
Slovenia DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Spagna DuckDuckGo, Info.com, Qwant
Svezia DuckDuckGo, Info.com, PrivacyWall
Regno Unito Bing, DuckDuckGo, Info.com

DuckDuckGo domina le opzioni per tutti i paesi tranne il Regno Unito, dove Bing di Microsoft ha fatto l'offerta più alta. Ciò può essere dovuto alle maggiori entrate che inevitabilmente arriveranno alla ricerca di annunci nel Regno Unito, rispetto a paesi come Lettonia e Croazia.

Quando Alphabet ha annunciato per la prima volta l'intenzione di mettere all'asta le opzioni del provider di ricerca per Android, la decisione è stata fortemente criticata dal CEO di DuckDuckGo, Gabriel Weinberg, che ha affermato che Google continuerà a trarre profitto a spese della concorrenza.

2) Un'asta pay-to-play con solo 4 slot significa che i consumatori non avranno tutte le scelte che meritano e Google trarrà profitto a spese della concorrenza. Incoraggiamo i regolatori a lavorare direttamente con Google, noi e altri per garantire il miglior sistema per i consumatori.

- Gabriel Weinberg (@yegg) 2 agosto 2019

Sembra che si sia arretrato dai suoi precedenti sentimenti, probabilmente riconoscendo che è un'opportunità inestimabile per la sua azienda di ottenere il fronte e il centro delle menti dei consumatori.

Tuttavia, se apprezzi la tua privacy, rabbrividisci in pubblicità indesiderate e non vuoi che la spaventosa tecnologia di sorveglianza vegli su ogni tua azione online, allora questa notizia è sicuramente motivo di festa.

In una vittoria per i sostenitori della privacy, DuckDuckGo può ora essere il tuo motore di ricerca predefinito nell'UE
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.