Facebook finalmente difende la privacy mentre il governo degli Stati Uniti chiede di hackerare Messenger

[ware_item id=33][/ware_item]

Il logo di Facebook Messenger con un punto rosso per indicare che è arrivato un nuovo messaggio. Ma c'è una svolta! Il do rosso presenta una chiave di crittografia.


Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti vuole che Facebook rompa la crittografia end-to-end della sua app di chat di Messenger in modo che il governo possa spiare un sospetto.

Finora, Facebook non ha giocato a palla.

Il caso è sigillato, quindi nessuna informazione al riguardo è disponibile al pubblico, ma si pensa che riguardi un'indagine sulla banda MS-13 a Fresno, California.

Facebook sostiene che, poiché il sospettato ha utilizzato una funzione di "conversazioni segrete" nell'app Messenger, non è in grado di vedere il contenuto della chat. Sebbene le normali conversazioni di Messenger non siano crittografate, la funzione di conversazioni segrete consente la crittografia end-to-end.

Il governo degli Stati Uniti tenta di forzare il tribunale

Dato che Facebook continua a sfidare sotto la crescente pressione, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti vuole che la compagnia venga disprezzata dal tribunale per aver rifiutato di rilasciare le trascrizioni delle chat. Il governo afferma che Facebook dovrebbe essere costretto a soddisfare le sue richieste, ma la posizione di Facebook è invariata: il messaggio è stato crittografato end-to-end e nessuno può vederlo.

La crittografia end-to-end rende quasi impossibile per chiunque diverso dai partecipanti visualizzare il contenuto di una conversazione.

Per fornire una trascrizione della chat, Facebook dovrebbe rimuovere la crittografia da Messenger o hackerare completamente il sospetto: due cose che non è disposto a fare.

Non è la prima volta che gli Stati Uniti cercano di costringere un'azienda a hackerarsi

Il caso giudiziario non è dissimile da quello di Apple contro l'FBI iniziato quando le autorità hanno chiesto aiuto per hackerare un iPhone.

Apple ha rifiutato e ha affermato che aiutare l'FBI avrebbe conseguenze disastrose sulla privacy per i suoi milioni di clienti. Tuttavia, il caso non è mai stato processato in quanto l'FBI ha trovato un altro modo per hackerare il dispositivo.

Nel 2006, il governo degli Stati Uniti ha stabilito che le compagnie telefoniche devono consentire alla polizia di ascoltare le chiamate VoIP (Voice over Internet Protocol) dei cittadini come possono fare regolarmente telefonate ai sensi della vigente legge sulle intercettazioni. Tuttavia, la legge non copre attualmente le app di chat, le chat di gioco e altri servizi simili come Google Hangouts, Signal e Facebook Messenger.

È questa la fine della crittografia?

Se il governo degli Stati Uniti avrà successo nel caso contro Facebook Messenger, costituirà un precedente inquietante con gravi implicazioni per la privacy di Internet.

Speriamo che Facebook ponga le sue basi e non si pieghi a questo palese tentativo del governo degli Stati Uniti di hackerare ogni chat crittografata.

Facebook finalmente difende la privacy mentre il governo degli Stati Uniti chiede di hackerare Messenger
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.