5 motivi per cui dovresti iniziare a preoccuparti della tua privacy

[ware_item id=33][/ware_item]

NSA-sede-buildingSede centrale della NSA a Fort Meade, nel Maryland


Nel 2015, l'acclamata giornalista e sostenitrice della privacy Glenn Greenwald ha tenuto uno spettacolare TED Talk sull'importanza della privacy. Ci ha mostrato come Internet è cambiato da uno strumento di liberazione a uno strumento di conformità. 

Con tutti i recenti sviluppi con l'FBI, Apple e la crittografia nelle ultime settimane, abbiamo pensato che valesse la pena tornare un po 'alle origini e visitare il dibattito ricorrente sulla privacy.

Tutti dovrebbero preoccuparsi della propria privacy. Ecco perché.

1. Ognuno ha qualcosa da nascondere

"Sostenere che non ti interessa il diritto alla privacy perché non hai nulla da nascondere non è diverso dal dire che non ti importa della libertà di parola perché non hai nulla da dire".
-Edward Snowden

Tutti abbiamo qualcosa da nascondere, anche se non ce ne rendiamo conto.

Ecco un esempio:

In un documentario della CNBC del 2009, l'allora amministratore delegato di Google Eric Schmidt ha affermato:Se stai facendo qualcosa che non vuoi che nessuno sappia, forse non dovresti farlo in primo luogo.”

Si riferiva a come Google registra le ricerche effettuate dagli utenti, il che implica che le persone "innocenti" non hanno nulla da nascondere. (Arriveremo alla parte "innocente" più tardi.)

Tuttavia, quando la rivista CNET ha pubblicato un articolo contenente informazioni private su Schmidt, compresi i suoi guadagni, il suo quartiere e le sue donazioni politiche, ha condannato il sito per aver invaso la sua privacy e sotto il controllo di Google ha inserito pubblicamente nella blacklist il sito.

Sebbene Schmidt non infrangesse alcuna legge o non immergesse la mano in un'attività nefasta (almeno nessuna di cui sapessimo), era ancora soggetto all'esposizione e sentiva quindi il dolore di avere parti della sua privacy, semplici e banali come c'erano -exposed.

2. La sorveglianza di massa ti sta condizionando ad agire diversamente

"Una società in cui le persone possono essere monitorate in ogni momento è una società che genera conformità, obbedienza e sottomissione."
-Glenn Greenwald

Hai mai fatto qualcosa da solo, ma non appena ti sei reso conto di essere guardato o immediatamente fermato o hai provato a modificare le tue azioni per essere più in linea con ciò che ritieni normale?

Sì tu hai.

quando-si-pensa-sei-alone

La vergogna è un potente motivatore, motivo per cui le persone spesso agiscono in modo diverso quando credono di essere osservate.

Negli anni '50, lo psicologo Solomon Asch condusse una serie di esperimenti ormai famosi sugli effetti psicologici di uno stato di sorveglianza. I risultati furono sbalorditivi.

Era in grado di dimostrare come le persone fossero così radicate nella conformità sociale da essere disposte a seguire la folla, anche quando sapevano che la folla aveva torto. Ancora peggio, quando le persone sapevano di essere sottoposte a controllo, si scoprì che avevano livelli più elevati di stress, ansia e dubbio.

3. Il significato stesso della privacy sta cambiando

"La privacy non è più una" norma sociale "."
–Mark Zuckerberg

Il significato fondamentale della privacy si sta evolvendo. Alcune persone vorrebbero persino farti pensare che non sia nemmeno più un diritto. Queste persone hanno torto.

La verità è che Internet sta cambiando il significato di essere privato. Quando pubblichi qualcosa sui social media, stai scegliendo ciò che vuoi condividere. Abbiamo tutti quell'amico che pubblica quotidianamente informazioni tremendamente private su se stessi, ma lo è loro informazione e, quindi, loro scelta di pubblicare.

Ma per quanto riguarda tutte le informazioni che non vuoi siano rese pubbliche?

Ogni volta che digiti una query di ricerca in Google, tale frase viene memorizzata. Al tuo indirizzo IP viene assegnata una stringa casuale di numeri che centinaia di migliaia di aziende senza nome possono utilizzare per pubblicare annunci personalizzati in base alle tue abitudini di navigazione. Le informazioni che hanno su di te sono diventate così avanzate, così dettagliate, che potrebbero farti star male.

Puoi cancellare i tuoi cookie, puoi cancellare la tua cronologia, ma le tue impronte digitali rimarranno per sempre.

4. La sorveglianza sta evolvendo

"Verrà un momento in cui non sarà più" Mi stanno spiando tramite il mio telefono ". Alla fine, sarà "Il mio telefono mi sta spiando".
-Philip K. Dick

Il fatto che giganti di Internet come Facebook e Google raccolgano zettabyte di dati altamente personali è una cosa. La miriade di altri siti che raccolgono le tue abitudini di navigazione e tracciano la tua posizione dietro le quinte è un'altra.

Se hai utilizzato un'estensione anti-blocco o -tracking, hai visto quanto "muck" è online.

E questo sta solo graffiando la superficie. Che dire dei siti che utilizzano le informazioni apprese su di te e le tue abitudini di navigazione per determinare quanto dovrebbero addebitare? Nel 2012, il sito di viaggi Orbitz ha ricevuto molta attenzione negativa per addebitare agli utenti Mac più opzioni di hotel che utenti PC.

triste-mac-userA volte fa schifo avere un Mac

Legale? Può essere. Etico? Non c'è modo.

Questo è solo un esempio di ciò che accade quando le aziende hanno più informazioni di quelle che dovrebbero giustamente. Immagina quando queste informazioni sono più profonde del solo browser che stai utilizzando o quando hai acquistato il tuo ultimo paio di jeans.

5. Quando si tratta di privacy, le tue azioni oggi potrebbero perseguitarti domani

"La privacy è un diritto umano intrinseco e un requisito per mantenere la condizione umana con dignità e rispetto."
-Bruce Schneier

Il concetto di libertà è intrinseco alla privacy. Quando qualcuno, che si tratti di un hacker che ha rubato la tua identità o di un'azienda che ha registri di ogni sito che visiti, ha abbastanza informazioni su di te, rende esponenzialmente più facile per te manipolarti.

La sporca verità è che chiunque può essere fatto sembrare un mascalzone semplicemente attraverso la sua storia su Internet. Pensa a tutti i commenti sul forum che hai mai lasciato, a tutti i siti che hai mai visitato. Ogni commento che hai mai cancellato ...

messaggio-rimosso

Chi vorrebbe che tutto ciò che avessero mai fatto fosse registrato? Ogni osservazione pronta per essere usata contro di te quando e se se ne presenta la necessità? Immagina le ripercussioni se ciò dovesse accadere nelle nostre vite quotidiane. Tutto ciò che abbiamo mai detto o fatto, salvato in una cartella, aspettando solo di essere usato contro di noi o di dipingerci in modo sinistro.

La recinzione nel tuo cortile, le serrature della porta della tua camera da letto, le tende alle finestre: sono tutti tentativi di proteggere la tua privacy, il tuo spazio personale. Quindi perché non vorresti quella stessa protezione online??

Non si tratta di terroristi che cercano di nascondere un complotto bomba; si tratta di persone normali, di tutti i giorni che non vogliono avere ogni banale notizia della loro vita in un dominio pubblico.

Quello che fai è il tuo business

Il problema con l'attuale stato di sorveglianza è che si sta evolvendo. Se le persone non si svegliano e si rendono conto di come vengono palesemente violate le loro libertà civili, le cose peggioreranno.

Sta diventando qualcosa di più dei semplici cookie che tracciano quali siti Web visitati o agenti della NSA che compilano i registri audio delle conversazioni telefoniche; sta diventando un futuro cupo in cui siamo costretti a conformarci a una nuova normalità che la maggior parte non ha mai visto arrivare.

Questo problema è importante per noi e siamo stanchi di vedere le persone che affermano di essere indifferenti a uno dei maggiori problemi che affrontiamo oggi.

La privacy è un diritto fondamentale. Quando si tratta di ciò, chiunque dica di non avere nulla da nascondere è un bugiardo o disinformato.

Quello che fai online è la tua attività, non la nostra, non la società da cui hai acquistato i jeans, e certamente non quella del tuo governo.

Immagine in primo piano: "NSA Headquarters" via Wiki Commons
Utente Mac triste: Tim Gouw / Unsplash

5 motivi per cui dovresti iniziare a preoccuparti della tua privacy
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.