3 criptovalute che hanno a cuore la tua privacy

[ware_item id=33][/ware_item]

Altcoin che si preoccupano della tua privacy


Bitcoin è non perfettamente anonimo.

Sebbene sia vero che non devi collegare il tuo vero nome o numero di telefono a una transazione Bitcoin, ci sono diversi modi per disanonimizzare il tuo account.

Ogni criptovaluta ha una qualche forma di blockchain che memorizza tutte le transazioni che sono mai avvenute sul suo sistema per l'eternità. Chiunque può scaricare questa blockchain e vedere questa storia, analizzarla e copiarla.

La traccia di ogni Bitcoin, ad esempio, può rivelare i suoi proprietari e i beneficiari finali del denaro. La maggior parte delle blockchain altcoin incentrate sulla privacy trasformano le firme crittografiche di Bitcoin in tecniche per rendere questa traccia più oscura.

Insoddisfatto della mancanza di privacy di Bitcoin, un gruppo di crittografi e programmatori si prefiggono di creare criptovalute alternative (o altcoin), che forniscono una protezione della privacy più forte e rendono molto più difficile tenere traccia dei tuoi fondi, scoprire quanto possiedi o quali pagamenti tu fai.

3 altcoin che mettono al primo posto la tua privacy:

Monero

Caratteristica principale: Firme ad anello
Creato: Aprile 2014 con il nome BitMonero
moniker: XMR
Capitalizzazione di mercato totale: 1,3 miliardi di dollari
Svantaggio: Grandi dimensioni (kB) di transazioni
Transazioni al giorno: ~ 4.000
Total Blocksize: 29,2 GB

Funzione di privacy: firme ad anello

Monero ha implementato il concetto di firme ad anello. Una firma dell'anello dimostra che qualcuno in un gruppo di persone ha firmato qualcosa, ma non rivela chi.

Immagina di essere di fronte a dieci armadietti, ognuno dei quali ha un numero sconosciuto di monete all'interno. Ora puoi provare di avere la chiave di uno di questi armadietti, ma non devi mostrare quale.

Solo durante una transazione sbloccheresti e trasferiresti le monete a qualcun altro e solo a te e loro sapranno quante monete hai trasferito.

Critica:

Monero riceve critiche poiché è difficile da usare, specialmente per i nuovi arrivati. Il loro sviluppo si concentra sull'architettura centrale della moneta piuttosto che sulla costruzione di portafogli o semplici integrazioni. Per molto tempo, l'unico modo per interagire con il portafoglio Monero era attraverso un'interfaccia a riga di comando.

Le firme ad anello sono anche molto costose e il tempo di calcolo per la verifica è relativamente lungo. Le firme richiedono molti dati (una singola transazione standard può essere maggiore di 15 kB, rispetto a 260 byte in Bitcoin). Ovviamente, anche i dati devono essere trasferiti e archiviati, il che rende le blockchain con firme ad anello difficili da scalare verso l'alto.

trattino

Caratteristica principale: Coinjoin
Creato: Gennaio 2014 con il nome di Darkcoin
moniker: DASH
Capitalizzazione di mercato totale: 2 miliardi di dollari
Svantaggio: Fa ipotesi non dimostrate sulla privacy e sulla sicurezza
Transazioni al giorno: ~ 5.000
Total Blocksize: 4GB

Funzionalità sulla privacy: Coinjoin

Dash usa il meccanismo Coinjoin (che è anche disponibile per Bitcoin) più utenti collegano le loro transazioni in una, rendendo difficile per un osservatore vedere quali input appartengono a quali output (vedi il grafico sopra). È comunque possibile accertare quale indirizzo contenga quanti fondi.

Critica:

I critici accusano Dash di correre come un'azienda professionale, piuttosto che una squadra decentralizzata. Il timore è che gli aggressori del progetto, ad esempio i governi, debbano compromettere un'unica organizzazione per minare la criptovaluta. Poiché Dash si concentra più sul marketing che sullo sviluppo della moneta, potrebbe anche spingere indietro le priorità di sicurezza. Ad esempio, l'ultimo commit nel loro repository Github è stato eseguito oltre mezzo anno fa.

Il meccanismo Coinjoin riceve critiche per essere una soluzione di privacy insufficiente che, se correttamente implementata, non avrebbe bisogno di una nuova blockchain. Il vantaggio principale di Dash rispetto al Coinjoin di Bitcoin è che tutti gli utenti di Dash sono tenuti a utilizzarlo, il che significa che gli utenti non si attengono troppo per valutare la loro privacy.

Ci sono anche dubbi sul fatto che un'implementazione errata di Coinjoin potrebbe ancora aprire gli utenti alla deanonimizzazione, come mostra il grafico seguente.

Rendi Bitcoin anonimo con Joinmarket.

ZCash

Caratteristica principale: Prove a conoscenza zero
Creato: Ottobre 2016
moniker: ZEC
Capitalizzazione di mercato totale: 600 milioni di dollari
Svantaggio: Pochi usano le prove a conoscenza zero
Transazioni al giorno: ~ 5.000 (~ 12 dei quali utilizzano funzionalità di privacy complete)
Total Blocksize: 7,7 GB

Funzione privacy: prove a conoscenza zero

Il concetto di una prova a conoscenza zero è mostrare che conosci la soluzione a un problema senza rivelare la soluzione.

Immagina di avere due monete davanti a te, una tua e una di proprietà di qualcun altro. Le prove a conoscenza zero ti consentono di dimostrare senza dubbio che possiedi una delle monete, senza rivelare quale sia. Usando questa funzione, puoi provare che hai le monete, ma non quelle che possiedi: nessuno può vedere quante monete hai, anche se conoscono il tuo indirizzo.

Critica:

La scena cypherpunk critica ZCash per essere un'azienda, piuttosto che un gruppo decentrato di persone. ZCash ha raccolto fondi dalle società di Venture Capital e il 20% della ricompensa mineraria di ZCash risale a questi primi investitori.

L'integrità delle prove a conoscenza zero dipende da una cerimonia di creazione della chiave iniziale, in cui viene creata e successivamente distrutta una chiave di crittografia. Affidarsi a ZCash significa fidarsi di questa cerimonia poiché chiunque in possesso di questa chiave potrebbe sviluppare arbitrariamente ZCash dal nulla.

Analogamente alle firme ad anello, le prove a conoscenza zero consumano molta potenza di elaborazione e larghezza di banda e minacciano la scalabilità del progetto. A differenza di Monero, ZCash ha reso facoltativo l'uso di prove a conoscenza zero e meno dell'1% di tutte le transazioni le utilizza, il che rende difficile utilizzare ZCash come veicolo di pagamento anonimo.

Bitcoin potrebbe implementare firme ad anello e prove a conoscenza zero per una maggiore privacy?

Mentre sarebbe possibile implementare firme ad anello e conoscenza zero in Bitcoin, è altamente improbabile che accadrà mai a causa della riluttanza dell'ecosistema Bitcoin di apportare cambiamenti significativi e rischiosi e la scarsa scalabilità di queste tecniche crittografiche.

Mentre le transazioni Coinjoin sono già possibili in Bitcoin, vengono utilizzate con parsimonia, rendendole meno utili come mantello della privacy.

Ci sono molte idee su come rendere Bitcoin più anonimo, tra cui Lightning Network, Schnorr Signatures e concetti più esoterici come Mimblewimble.

Dati raccolti da Bitinfocharts e Coinmarketcap.

3 criptovalute che hanno a cuore la tua privacy
admin Author
Sorry! The Author has not filled his profile.